Arrosto alla francese

arrosto alla francese

Il cortone animato che presentiamo è stato offerto al pubblico la prima volta il 30 ottobre 2008 al Festival Voix d’Etoiles in Francia, e successivamente è uscito in Cechia (3 maggio 2009, AniFest Film Festival), in Canada (19 febbraio 2010 a Waterloo, Ontario) e negli USA (stessa data del Canada). E’ stato quindi candidato agli Oscar nel 2010. Scritto e diretto da Fabrice O. Joubert, con le musiche di Olivier Liboutry, è stato prodotto da Bibo Bergeron.
La trama è quanto mai semplice: un sussiegoso uomo d’affari entra in un caffè, ordina un caffè, si è dimenticato i soldi per pagare il caffè, ordina un altro caffè… Altri ingredienti: un barbone, una vecchietta, un cameriere, un poliziotto; mescolare, e vuallà un bell’arrosto parigino.
Il termine “roast”, in Usa, letteralmente “arrosto”, indica infatti un rituale tipico delle ex colonie britanniche: la persona “arrostita” viene messa pubblicamente alla berlina, e resa oggetto di lazzi, insulti comici, calata in situazioni imbarazzanti, protagonista di aneddoti bizzarri e di entusiastici tributi. Solitamente sono gli amici dell’arrostito a eseguire il rito; qui, invece, sono le circostanze. Da notare infine qualche assonanza con “french toast” (una versione dolce della mozzarella in carrozza), il che rimanda ai bistrò e a tutta un’atmosfera. Il finale è una perla.

ARROSTO ALLA FRANCESE

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *